Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.
Cerca
Non sei ancora registrato? Registrati qui
Condividi questa/o
X

Il tuo bambino fa lo schizzinoso? Consolati, non è il solo.

Preferisce un piatto di pasta in bianco per cena tutte le sere? Oppure si rifiuta di mangiare qualsiasi cosa che assomigli anche vagamente alla verdura? Dopo aver imparato a muovere i primi passi, impara a muovere le prime obiezioni e può davvero complicarti la vita. Educazione alimentare, abitudini sane... ma come fare se trasforma ogni pasto in un braccio di ferro? Non tutti i bambini, per fortuna, "fanno gli schizzinosi", ma in alcuni casi possono diventare di gusti difficili verso i 2 anni, quando vivono i profondi cambiamenti indotti dallo sviluppo e conquistano una sempre maggiore autonomia. 

E tu sai come gestire il suo palato schizzinoso? Rispondi alle domande di questo quiz interattivo e lo scoprirai.

Il tuo bambino fa lo schizzinoso? Consolati, non è il solo.

Verità o Leggenda
1/4
Dicendo “no” e rifiutando il cibo che mamma e papà gli dicono di mangiare, il bambino esprime la propria indipendenza.
Giusto!
In realtà, respingendo il cibo che mamma e papà hanno messo nel suo piatto, un bambino mostra semplicemente di avere le sue opinioni. Attraversa la "fase del no", che è una tappa normale del percorso di sviluppo verso l'affermazione della sua personalità. È anche possibile che abbia bisogno di vincere la diffidenza verso un nuovo cibo con ripetute "manovre di avvicinamento". Secondo alcuni esperti, possono essere necessari anche 8 tentativi di assaggio prima che un bambino si decida a mangiare un alimento che non conosce.
Sbagliato :(
In realtà, respingendo il cibo che mamma e papà hanno messo nel suo piatto, un bambino mostra semplicemente di avere le sue opinioni. Attraversa la "fase del no", che è una tappa normale del percorso di sviluppo verso l'affermazione della sua personalità. È anche possibile che abbia bisogno di vincere la diffidenza verso un nuovo cibo con ripetute "manovre di avvicinamento". Secondo alcuni esperti, possono essere necessari anche 8 tentativi di assaggio prima che un bambino si decida a mangiare un alimento che non conosce.
Verità o Leggenda
 

Bravissima! Hai finito il tuo quiz. Ecco qualche consiglio in più.

Consigli per vincere le resistenze di un bambino schizzinoso

Due fattori possono contribuire alla "monotonia alimentare" del tuo bambino: l'atmosfera dei pasti e, naturalmente, il cibo. Ma non disperare, hai molte frecce al tuo arco! Ecco alcuni consigli che puoi mettere in pratica subito per tenere a freno il palato ribelle del tuo bambino:

Le giuste premesse

  • Crea un'atmosfera calma e serena durante i pasti spegnendo la TV.
  • Apparecchia il suo posto a tavola con lo stretto necessario limitando il numero di piatti, bicchieri e posate. Vedendosi circondato da troppe cose può sentirsi disorientato e diventare indifferente al cibo, perdendo interesse e appetito.
  • Usa oggetti familiari per apparecchiare — vedere lo stesso piatto, le stesse posate, la stessa tazza può essere rassicurante per il tuo bambino.
  • Riunisci tutti intorno al tavolo per consumare veri pasti in famiglia e coinvolgi il tuo piccolo nelle conversazioni.
  • L'appetito del tuo bambino oscilla da un pasto all'altro e da un giorno all'altro.  Non allarmarti se non mangia la quantità che pensi gli sia necessaria.  Dimostragli che sai rispettare i suoi segnali di fame e di sazietà.
  • Evita di forzarlo se non ha appetito. Il tuo compito è decidere quali cibi portare in tavola e quando, ma lascia  al tuo bambino la possibilità di decidere se mangiare e quanto.
  • Aggiungi un alimento che conosce bene ad ogni pasto, ma poi lascialo libero di decidere se assaggiare gli altri cibi in tavola.
  • Non preparargli un menù a parte — in questo modo potrebbe sentirsi autorizzato a continuare con il suo comportamento da schizzinoso all'ora dei pasti.
  • Mettigli nel piatto porzioni più piccole — porzioni troppo abbondanti rischiano di scombussolarlo.
  • Dagli il tempo di masticare, di ingoiare e perfino di giocare un po' con i nuovi cibi. Giocando con il cibo, impara a conoscere gli alimenti e ad apprezzarli. La fretta scaccia la magia e il divertimento del pasto in famiglia e fa scattare il nervosismo.
  • Combina un pasticcio? Sorridi! Una buona dose di buonumore rende il pasto più piacevole per te e il tuo bambino. Lascialo libero di "esplorare" anche se combina un disastro — i bambini spesso hanno bisogno di osservare, toccare, annusare e assaggiare il cibo prima di mangiarlo.
  • Sii paziente. Se il tuo piccolo rifiuta un cibo, è possibile che lo faccia semplicemente perché non sa cos'è.
  • Non cedere ai suoi no, ma prova a preparare il cibo rifiutato in modi diversi e a riproporlo più volte.
  • Metti in tavola cibi sani e vari, poi cerca di dargli il buon esempio mostrandogli che li mangi volentieri. Se un bambino vede la mamma, il papà e i fratelli mangiare un alimento nutriente, sarà più disposto ad assaggiarlo.
  • Non ricattarlo con i dolciumi. In questo modo rischia di associare alcuni cibi a sensazioni positive (il dolce dato come premio) e altri a sensazioni negative (il cibo salutare che è stato costretto a mangiare).
  • Non puntare troppo in alto. I cavoletti di Bruxelles, beh, forse è chiedere troppo... Ma puoi insegnare al tuo bambino il piacere di trasformare ogni pasto in un viaggio alla scoperta di nuovi cibi, sapori e consistenze.
Do you find this article helpful?
  • Non molto utile
  • Potrebbe essere utile
  • Abbastanza utile
  • Molto forte
  • Utilissimo!
Scopri i vantaggi del programma I Primi 1000 Giorni

La maternità porta con sé tante domande. Siamo qui per darti le risposte che cerchi e accompagnarti in questo fantastico viaggio.

Cerca

Non hai ancora trovato
ciò che stavi cercando?

Prova il nostro nuovo motore di ricerca intelligente. Abbiamo sempre qualcosa in serbo per te.