Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.
Cerca
Non sei ancora registrato? Registrati qui
Condividi questa/o
X

Tredicesima settimana

 

L’inizio del secondo trimestre porta con sé cambiamenti importanti.

Scopri di più sulla tredicesima settimana di gravidanza.

Martedì 23 Agosto 2016

Sviluppo del bambino

Quanti sviluppi! Il tuo bambino può piegare le dita e sta imparando a deglutire. La fisionomia è sempre più particolareggiata: si distinguono le unghie, le palpebre, le narici… La sua bocca si apre e si chiude e lui incomincia a inghiottire il liquido amniotico, che verrà eliminato dai reni sotto forma di urina. La sua pelle appare ancora molto rossa perché è molto sottile e lascia trasparire i piccoli vasi in cui circola il sangue.

Il tuo corpo

Alla fine del terzo mese di gravidanza in genere i piccoli fastidi di inizio gravidanza cominciano ad attenuarsi e tu ti ritroverai in piena forma. Approfittane per uscire, camminare all'aria aperta anche se il cielo non è perfettamente azzurro e il sole non splende radioso: i raggi solari che filtrano dalle nubi, stimolano la produzione di vitamina D e una bella passeggiata migliora anche l’umore.

Nutrizione

Durante la gravidanza, puoi continuare a mangiare pesce, all’interno di una dieta varia ed equilibrata. Tuttavia è bene scegliere i tipi di pesce più adatti. Alcune specie, come il palombo o il pesce spada, infatti, sono più a rischio di contaminanti (ad esempio, il mercurio) che possono essere nocivi per il feto. Evita inoltre il pesce e i crostacei crudi. Opta invece per pesci ricchi di DHA, come ad esempio il pesce azzurro (sarde, acciughe, alici) e il salmone. Chiedi sempre consiglio al tuo medico, che saprà indirizzarti verso una dieta equilibrata.

Consigli utili

Probabilmente fino ad oggi non hai ancora dovuto rivoluzionare il tuo guardaroba e, forse, hai ancora un po’ di tempo prima di sentirti stretta nei tuoi vestiti. Non sarebbe male iniziare a fare un po’ di shopping premaman, cosa ne pensi?. Nel giro di poche settimane potrebbe esserti di aiuto, visto la crescita rapida del tuo bambino!

Leggi tutto

Cosa ricordare

  • Ancora più legato a te!

    Durante le prime settimane, il piccolo si è sviluppato grazie alle riserve dell'ovulo. Ora, invece, ha bisogno della sua mamma e in particolare della placenta, ossia la membrana che fa da tramite tra l'utero, al quale è attaccata, e il cordone ombelicale.

  • Un passaggio continuo

    L'insieme filtra e gestisce tutti gli scambi nutrizionali e respiratori tra te e il bambino. Il vostro sangue, tuttavia, non si mescola: tra le arterie dell'utero e quelle del piccolo transitano soltanto i nutrienti, le molecole d'aria e le scorie.

  • Una protezione a 360°

    Inoltre, la placenta protegge il piccolo dal rigetto materno. Siccome il piccolo possiede metà del patrimonio genetico paterno, è considerato come un corpo estraneo dall'organismo materno. Senza la placenta, il tuo corpo rigetterebbe il feto.

Seleziona la settimana che ti interessa

Entra nel club!

Un sacco di consigli e strumenti a portata di mano, nella tua casella e-mail ogni settimana.

  • Impara tutto sulla nutrizione al tuo personale ritmo
  • Prova tanti strumenti pratici studiati su misura per te
  • Ottieni un aiuto e le risposte che ti servono in poco tempo
  • Rimani aggiornato su sconti e coupon

Iniziamo!

Contenuti collegati