Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.
Cerca
Non sei ancora registrato? Registrati qui
Condividi questa/o
X

Trentasettesima settimana

 

Il piccolo si muove sempre meno, poiché lo spazio a disposizione è davvero limitato.

Scopri di più sulla trentasettesima settimana di gravidanza.

Mercoledì 24 Agosto 2016

Sviluppo del bambino

Il piccolo si muove sempre meno, poiché lo spazio a disposizione è davvero limitato. Le gambe e le braccia sono incrociate e le ginocchia sono piegate contro il ventre: è senza dubbio arrivato il momento di scoprire il mondo! Il circuito cuore-polmoni potrà funzionare non appena il piccolo verrà a contatto con l'aria e inizierà a respirare in modo autonomo e non più attraverso la placenta. Durante le ultime settimane di gravidanza, i suoi alveoli polmonari si sono riempiti di un liquido diverso dal liquido amniotico: è una sostanza, detta surfattante, che impedisce al polmone di contrarsi completamente dopo ogni inspirazione.

Il tuo corpo

Ancora pochissimo e incontrerai il tuo piccolo… sei al settimo cielo e un po’ preoccupata allo stesso tempo. Chi non lo sarebbe?! Cerca di rimanere il più rilassata possibile per arrivare serena al giorno del parto. Continua a fare gli esercizi di rilassamento e di respirazione imparati al corso pre-parto. Nonostante molte gestanti temano di non riuscire a percepire in tempo l'esatto momento in cui inizia il parto, la maggior parte delle future mamme ne individuano i primi segni con grande precisione. Le contrazioni, ad esempio, annunciano l'imminenza del parto solo se sono regolari, ravvicinate e ininterrotte.

Nutrizione

Continua a mangiare alimenti ricchi di vitamine del gruppo B (B1, B2, B12), importanti per il metabolismo energetico: hai bisogno di sentirti in forza per affrontare le ultime settimane... Punta sui cereali integrali, frutta e verdura, lievito di birra. Inoltre, cerca di assumere acidi grassi omega-3, come il DHA, che contribuisce al normale sviluppo cerebrale e degli occhi nel feto e nel lattante alimentato al seno. Gli omega-3 sono contenuti soprattutto nei pesci grassi (sardine, alici, salmone, sgombro...). Il pesce in generale, è un cibo importante anche durante il periodo gravidico, ma è consigliabile limitare il consumo di pesci di grandi dimensioni (pesce spada, palombo, tonno) perché possono accumulare livelli più elevati di mercurio.

Consigli utili

La gravidanza si vive in due. Il papà può essere presente in ogni momento di questo bellissimo percorso: ecografie, corso pre-parto, preparazione della cameretta, scelta del nome… Perciò è una cosa del tutto naturale che possa partecipare anche alla nascita del suo piccolo. Assistere al suo primo vagito, poterlo prendere in braccio sin dai primissimi minuti di vita è una cosa a cui alcuni padri non rinuncerebbero per nulla al mondo. Ma, bisogna riconoscerlo, questo momento non è sempre facile da vivere. Tutto dipende dalla sensibilità di ognuno, perciò non c'è motivo di sentirsi in colpa! In ogni caso, è meglio un futuro papà sereno in corridoio piuttosto che un futuro papà nel panico più completo in sala travaglio. Senza contare che, a volte, è la mamma che non desidera che il suo compagno sia presente al momento del parto...

Leggi tutto

Seleziona la settimana che ti interessa

Entra nel club!

Un sacco di consigli e strumenti a portata di mano, nella tua casella e-mail ogni settimana.

  • Impara tutto sulla nutrizione al tuo personale ritmo
  • Prova tanti strumenti pratici studiati su misura per te
  • Ottieni un aiuto e le risposte che ti servono in poco tempo
  • Rimani aggiornato su sconti e coupon

Iniziamo!

Contenuti collegati