Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.
Cerca
Non sei ancora registrato? Registrati qui
Condividi questa/o
X

Biberon e latte materno

 

Allattare il mio bambino è meraviglioso! Ma devo ricominciare a lavorare, come faccio a tirarmi il latte e a preparare un biberon di latte materno?

Venerdì 26 Febbraio 2016

Tirarsi il latte. Le ragioni sono molte e diverse: tu ricominci presto il lavoro, hai bisogno di far tenere regolarmente il piccolo da altri... tirandoti il latte prolunghi il periodo di allattamento, qualunque siano i tuoi impegni.

Mi sembra strano pensare di tirare il latte!

Probabilmente non avevi mai immaginato che un giorno ti saresti tirata il latte! E dire che fino a qualche settimana fa consideravi il tuo seno come uno dei punti di forza della tua bellezza. Un piccolo consiglio: metti da parte quest'immagine poco carina che potrebbe disturbarti e ricordati che tirare il latte è naturale come allattare. E poi questa cosa riguarda solo te, non c'è bisogno di gridarlo ai quattro venti!

A partire da quando si può tirare il latte?

L'ideale sarebbe non prima che l'allattamento sia diventato regolare, insomma circa due mesi dopo il parto. Ma il tiralatte piò essere utilizzato anche per evitare gli ingorghi mammari.

A mano o con un apposito tiralatte?

La scelta, molto personale, può essere fatta solo dopo aver provato le varie opzioni possibili.

  •  Con un tiralatte manuale (azionato da una pompa a mano) o elettrico: risparmierai tempo e potrai tirare circa 150 ml in un'ora! Il principio del tiralatte è lo stesso sia per la versione manuale che per quella elettrica, esso riproduce la suzione. Ci vuole qualche secondo prima che il latte incominci ad uscire. Per riuscire a tirare il latte punta sulla qualità del tiralatte, sulla leggerezza e sulla facilità di manipolazione e trasporto. La versione manuale, discreta, è utile se tiri il latte occasionalmente o durante gli spostamenti. Infatti, azionare la pompa al ritmo del piccolo (circa cinquanta volte/minuto) è faticoso e non sempre efficace. Con il tiralatte elettrico attacchi l'apparecchio e... aspetti che abbia finito. Il modello doppio è utile se si dispone di poco tempo. Puoi fartelo prestare o noleggiarlo in farmacia.
  • Con le mani nude, esercitando una pressione dall'alto, puoi estrarre circa 100 ml in mezz'ora. I vantaggi sono che non devi acquistare nessun macchinario specifico, che non appoggi alcun corpo estraneo alla pelle e che fai un massaggio del seno in profondità, mentre il tiralatte stimola solo il capezzolo.

Come fare? 

Lavati le mani e sterilizza il recipiente che accoglierà il latte. Comincia pian piano con un massaggio dell'areola: con tre o quattro dita, effettua dei movimenti circolari dall'esterno del seno verso l'areola. Poi porta progressivamente le mani aperte dall'esterno verso l'areola fino al capezzolo. Ripeti questo movimento intorno alla circonferenza dei seni. Terza fase: appoggia il pollice sulla parte superiore del seno e poi l'indice e il medio sotto, a una distanza di 2 o 3 cm dall'areola. La tua posizione è corretta quando le tue dita formano la lettera C. A questo punto premi dolcemente la ghiandola mammaria, spingendo contemporaneamente in direzione orizzontale verso la cassa toracica, avvicinando pian piano le dita. Ripeti questo movimento finché il latte non smette di fuoriuscire, sposta le tue dita attorno al seno e ricomincia. In entrambi i casi si tratta di sollecitare la ghiandola mammaria affinché produca latte. Attenzione: se tiri il latte al di fuori degli orari delle poppate le quantità saranno minime i primi giorni, ci vuole tempo perché il tuo corpo si adatti a questa richiesta di sovrapproduzione!

Si possono conciliare allattamento al seno e tiralatte?

Sì, a condizione che l'allattamento proceda bene, ovvero a partire da due mesi dopo la primissima poppata. Tuttavia si raccomanda di attendere il più a lungo possibile prima di introdurre la tettarella, perché alcuni bambini successivamente rifiutano di attaccarsi al seno!

 

«Tirarsi il latte fa diminuire la produzione di latte? No, al contrario! Più si sollecita la secrezione di latte e più la quantità di latte aumenta.»«Per quanto tempo si può conservare il latte?• 4 ore al massimo a temperatura ambiente (20-25°C - fra l'inizio dell'estrazione e la fine del consumo da parte del bambino) ;• 48 ore al massimo nel frigorifero ad una temperatura inferiore o uguale a 4°C ;• 4 mesi nel congelatore ad una temperatura di –18°C. Attenzione: congelare il latte subito. Consuma il latte scongelato entro 24 ore senza mai ricongelarlo.»

Leggi tutto

Entra nel club!

Un sacco di consigli e strumenti a portata di mano, nella tua casella e-mail ogni settimana.

  • Impara tutto sulla nutrizione al tuo personale ritmo
  • Prova tanti strumenti pratici studiati su misura per te
  • Ottieni un aiuto e le risposte che ti servono in poco tempo
  • Rimani aggiornato su sconti e coupon

Iniziamo!

Contenuti collegati