Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.
Cerca
Non sei ancora registrato? Registrati qui
Condividi questa/o
X
Le malattie dei bambini più comuni: come comportarsi

Si è fatto la "bua"

 

Il mio piccolo esploratore non ha paura di niente! Da quando ha cominciato a camminare i bernoccoli, le sbucciature e altri piccoli inconvenienti sono all'ordine del giorno. Quali sono le mosse giuste da fare?

Giovedì 25 Febbraio 2016

Femminuccia o maschietto poco importa: le occasioni per farsi male fra le prime fughe a gattoni e l'esplorazione del giardino dei nonni non mancano. Lividi sulle gambe, bernoccoli ovunque... i genitori-infermieri non stanno mai con le mani in mano! Carrellata dei sintomi e dei rimedi per curare le piccole "bue".

Bernoccoli e lividi

Non si può imparare a camminare senza cadere! Per fortuna, la maggior parte delle volte, le conseguenze non sono gravi. In caso di lividi o di un piccolo bernoccolo, metti sulla parte interessata una borsa di ghiaccio per limitare l'estensione dell'ematoma. Puoi applicare una piccola quantità di pomata a base di arnica se la ferita non è aperta, oppure usa uno spray refrigerante con effetto antidolorifico istantaneo. E poi niente vale più di un bacio della mamma! 

Quando andare dal medico? Se il tuo piccolo ha battuto la testa non correre rischi e chiama subito il medico. Fai ricorso al medico anche se perde conoscenza (seppur per un solo istante), vomita, ha le vertigini, si lamenta dicendo di avere mal di testa o ha un comportamento anomalo nelle 36 ore che seguono la caduta: linguaggio incoerente, sonnolenza...

Ferite e tagli

Se la ferita sanguina poco mettila sotto l'acqua corrente, poi esercita una pressione sulla parte con un pezzo di stoffa pulito per alcuni secondi. In seguito applica un prodotto antisettico, asciuga con una compressa di garza e metti un cerotto. Sostituisci la medicazione regolarmente.

Quando andare dal medico? Se il taglio o la ferita sono profondi, e in particolare se interessano il viso, è meglio farli vedere a un medico. Quest'ultimo potrà decidere di suturare o di applicare degli appositi cerotti.

Le ustioni

Se la pelle è semplicemente arrossata, si tratta di un'ustione di 1° grado, che si cura facilmente. Il primo riflesso da avere, qualsiasi sia la gravità dell'ustione, è di mettere la zona interessata sotto l'acqua fredda. Subito dopo, applica un gel o una pomata calmanti.

Quando andare dal medico? Se l'ustione è estesa e profonda, se interessa il volto, le mani o i piedi, porta il piccolo al pronto soccorso o chiama il 118. In caso di dubbio è sempre meglio recarsi dal medico, anche se il piccolo ha più paura che dolore.

Le punture degli insetti

Le punture di formica o di zanzare sono innocue. Se il tuo bambino si gratta molto, chiedi al tuo farmacista una crema contro il prurito. Le punture delle api o delle vespe necessitano di maggiore attenzione, perché il piccolo potrebbe essere allergico. L'ape può lasciare nella pelle una parte del suo pungiglione: perciò bisognerà estrarlo aiutandosi con una pinzetta per sopracciglia. In seguito, disinfetta la parte interessata. Se il piccolo sente dolore, applica una garza fredda o del ghiaccio. In caso di prurito diffuso, puoi utilizzare un antistaminico (chiedi consiglio al tuo farmacista).

Quando andare dal medico? Se il piccolo è stato punto sul viso o in bocca, se ha subito diverse punture o se la reazione cutanea è notevole.

Sederino arrossato

Quando spuntano i dentini, non è raro che il piccolo abbia il sederino arrossato. Può trattarsi di un eritema. È un fenomeno che si verifica facilmente, ma è difficile sbarazzarsene.

Quando andare dal medico? Non esitare a consultare il medico. Sarà lui a valutare se sarà necessaria una visita. Non dimenticare che l'igiene deve essere rigorosa. Lava il sederino del piccolo con acqua e sapone ogni volta che si scarica, poi asciugalo accuratamente. Applica una crema protettiva. Cambiagli il pannolino il più spesso possibile.

Raffreddore

I raffreddori sono tra le malattie più comuni nei bambini e possono essere associati ad otiti. L'otite è accompagnata da raffreddore, dolore alle orecchie, febbre e a volte diarrea. Il piccolo è di malumore e oscilla la testa da destra a sinistra piangendo. Potrebbe anche toccarsi le orecchie.

Quando andare dal medico? Al minimo dubbio non esitare a portare il piccolo dal pediatra.

La febbre

In caso di febbre, evita di coprirlo troppo e verifica che la temperatura della stanza sia adeguata (l'ideale è intorno ai 19°C). Misuragli la febbre e dagli da bere a intervalli regolari. Chiama il medico per chiedere se è necessario utilizzare un farmaco per abbassare la temperatura.

Quando andare dal medico? In ogni caso, se la temperatura è elevata, non esitare a contattare il medico, in particolare se il bimbo ha pochi mesi.

Leggi tutto

Entra nel club!

Un sacco di consigli e strumenti a portata di mano, nella tua casella e-mail ogni settimana.

  • Impara tutto sulla nutrizione al tuo personale ritmo
  • Prova tanti strumenti pratici studiati su misura per te
  • Ottieni un aiuto e le risposte che ti servono in poco tempo
  • Rimani aggiornato su sconti e coupon

Iniziamo!

Contenuti collegati